Dopo poche settimane dall’intensificazione della comunicazione supportata dai giornali e dai gruppi facebook, volta a incentivare l’uso da parte dei cittadini dell’app WikiWaste per segnalare gli abbandoni dei rifiuti e problemi legati alle aree verdi, per il Gruppo Amaga è già tempo di bilanci sui risultati dell’attività.

Analizzando i dati è chiarissimo l’effetto avuto, di fatto l’app aveva lo stesso numero di utilizzi mensili da quando è stata attivata nel 2016 sino a gennaio del 2018, ma in poche settimane i dati si sono costantemente impennati, raggiungendo un utilizzo di ben 8 volte superiore ai periodi precedenti.

Molte le segnalazioni arrivate, che stanno aiutando Amaga a lavorare con priorità differenti e sempre più aderenti alle attese degli utenti, questo circolo virtuoso di aiuto e supporto reciproco sta avendo un impatto importante sul servizio.

Le tempistiche di risoluzione delle segnalazioni erano state indicate in massimo 72 ore, in realtà anche su questo fronte ci sono ottime notizie, infatti la maggior parte dei casi sono stati risolti entro 24 ore. Esistono casistiche di difficile risoluzione e sono generalmente gli abbandoni su terreni privati o demaniali, anche in questi casi ci si è attivati, ma le tempistiche posso essere lunghe.

Per il futuro sono in arrivo grosse novità tecnologiche, infatti nei prossimi mesi verrà messa in test una nuova app che permette il riconoscimento dell’utente segnalatore, questo renderà ancora più semplice interagire e ricevere informazioni diverse come, per esempio, un utilissimo avviso di chiusura e buon esito della segnalazione in tempo reale.

Per il Presidente di Amaga, Andrea Scotti : “Amaga si sta impegnando per offrire standard di servizio sempre più elevati andando nella direzione dei servizi “on demand”, il supporto dei cittadini è essenziale in questa trasformazione, i dati raccolti sono straordinariamente incoraggianti e motivanti. Il nostro ringraziamento speciale va a tutti quelli che ci stanno aiutando ed incoraggiando giornalmente riconoscendo il lavoro svolto, questo dà a tutta l’organizzazione l’energia per continuare a fare sempre meglio, possiamo fare errori, ma di certo la passione e l’impegno non manca”.

Abbiategrasso 11 Aprile 2018